Sport

Logo AS Medici RCNel 1976 sono fondatore, insieme con il compianto collega Mimmo Saladino, dell’Associazione Sportiva Medici Reggio Calabria, club del quale da sempre curo la gestione e l’aspetto organizzativo e di cui, in atto, sono il Presidente. La squadra si impone presto all’attenzione generale per organizzazione e per competitività che le permettono di collocarsi rapidamente ai vertici del calcio amatoriale e l’attività pian piano si estende dapprima a livello regionale, poi in campo nazionale e, infine, anche internazionale. Il 14 aprile 1985 inizia anche il grande impegno nel campo della solidarietà con l’arrivo per la prima volta a Reggio Calabria della Nazionale Italiana Cantanti per una partita storica che costituirà una pietra miliare nella storia del club e della nostra città con grande fermento popolare, tantissima attenzione da parte dei media e stadio stracolmo con oltre 15.000 spettatori. Inizia così l’impegno sociale che contraddistingue l’attività del club e che si ripete regolarmente anche nei due anni successivi per altri due grandi successi di pubblico e di critica con l’arrivo a Reggio Calabria del Team Azzurro, nel 1986, e della Nazionale Italiana Attori nel 1987.

Nel corso della sua lunga e luminosa storia la squadra dei medici reggini conquista importantissimi e prestigiosi successi in campo internazionale, culminati nel fantastico trionfo del 1992 di Jesolo, dove si laurea Campione del Mondo Medici, e poi nell’altrettanto esaltante titolo di Campione d’Europa di categoria ottenuto nel 1995 a Salerno. A livello nazionale conquista poi quattro titoli di Campione d’Italia Medici, tre volte la Coppa Italia Medici e tre edizioni consecutive della Parkinson Cup, prestigioso torneo nazionale a scopo benefico che consente al club di fornire un importante e concreto aiuto a favore dei tanti malati di Parkinson della propria città, dimostrando come l’impegno agonistico della squadra possa avere un riscontro sociale tangibile al servizio di quanti hanno bisogno di aiuto, il che costituisce un grandissimo motivo di soddisfazione e di orgoglio, senz’altro il gol più bello ed una delle vittorie più importanti e significative della storia del club.